Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/108

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
V, D,


Per quella frecchia Amò che ti tirassi
Per contentà to Moere, a Marte in sen,
Ra quà fo caxon può che ti mandassi
Ro meschin de to Poere a cornigien;*
Ro peto che l'atrè ti m'inchiagassi
Con ra tò frecchia d'oro, a fin de ben
Sanna te prego, e con l'atra inchiongià
Pertuxame ro cuo con ra corà.

2.
E se pù questo Amò fà ti no vuo
Quando giusto ti sei come me crao
Con ra mesma veretta, a quello cuo
Chi è contra mi de freidda giazza armao,
Tira te prego e fa che come muo
Mille votte esto amante appassonao
Per le ro giorno, cosi* muere ancon
Quella per mi chi è dro me mà caxon.