Pagina:Ricci 1080-2.djvu/48

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia

dra piccozza ben v'arvimmo
se ben cuoè nuoì ve sentimmo
ciù dre legne duro assè.

33.
Presto e ben schiappemmo nuoì
per che semmo tutti fuoego
si che presto impimmo à vuoì
quella cosa, e quello luoego
donde legne da fà fuoego
sotto ca' vuoì ve trovè.

34.
Ogni donna usa cangià
schiappoù spesso per natua
ma chi à nuoì se fà schiappà
ghe schiappemmo con tà cua
che con nuoì sempre muoè dua
e tent'atri fuoè serrè

35.
Se schiappando chioeve forte
intro portegho v'intremmo
ne schiappemmo sciù l re porte
ch'à ro sciuto se tirremmo
per che in ca' miegio schiappemmo
ca se chioeve per e strè

36.
Dentro o bosco ancon schiappemmo
quando sciuto, e bon l'haveì
si ben ve lavoremmo
che à sentine gusto haveì
però mette ne ghe deì
ch'un per l'atro puoè assè

37.
Dentro bosco presto intremmo
quando bon ve ro sentimmo
ma da puoè che intrè ghe semmo
no ve creì, che se n'uscimmo