Pagina:Ricci 1080-2.djvu/46

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia

per schiappà nuoì se trovemmo
come ferle novellonne
ben da cuoè re muen menemmo
ma se triste sotta i havemmo
lavoremmo manco assè

23.
Fin che haveì re legne verde
fà schiappà ve re deì ben
e ro tempo no deì perde
fin che secche, e vegie sen
che à schiappare puoè conven
ch'un schiappoù vuoì strappaghè

24.
Se ben legne verde haveì
quando à nuoì re fè schiappà
attachaghe ro fuoego veì
come son sotta o brandà
e bruxiando zù scorrà
ghe veì sugo in quantitè

25.
Sotta ferle grosse, e drue
vorentè s'usemmo mette
ch'ha schiappà ne gusta ciue
ca re troppo novellette
che si piccine ferlette
guastè son se re schiappè.

26.
Lasciae crescere[1] besuoegna
se novelle troppo son
ch'à schiappare è gran verguoegna
per che tutto vuoè saxon
ma fan spesso come puon
quelli chi han neccessitè

27.
Quando sotta per schiappà
bonne legne infin piggemmo

  1. foscia "cresce re"