Pagina:Ricci 1080-2.djvu/40

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
Maschera dri Schiappuoeì dre Legne

1.
Con re piccozze in orde appareggiè
per schiappave re legne chi vegnimmo
e se intri boschi lavoà ne fè
ro lavò se non cioeve ben compimmo
e à vuoì chi rente à veì schiappà ne stè
ro cuoè come re legne ben v'arvimmo
se ben o cuoè ciu duro ve trovemmo
che a re ciu dure legne che schiappemmo.

2.
Se ben re legne verde ve trovemmo
tanto ben ve re semmo nuoì schiappà
che attacaghe o fuoego presto femmo
senza che troppo ghe fassè sciuxà
e boggì ra pignatta ve fassemmo
come missa l'havei sciù ro brandà
ben che sen legne verde in sugo ancoa
che bruxando, ro lete zù ghe scoa.

3.
Se legne sotta verde emmo d'arvì
quando ferle novelle de seppon[1]
megio, e ciu vuoentè i usemmo arvì
che quando per veggezza secche son
donca fin, che i haveì verde, e gentì
schiappà ve re deì fà da schiappoù bon
che à fà schiappà re vieggie no trovè
sarvo se ro schiappoù non strapaghè.

4
D'arrobà legne sacchi no portemmo
come i atri schiappoeì fan pre o contorno
anzi nuoì che d'amò bersaggio semmo
tante freccie amorose hemmo d'attorno
che some, e faxi à vuoì dà ne possemmo

  1. dí se pon