Pagina:Ricci 1080-2.djvu/39

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia



32.
E ti sposa, figgia, e muoere
de tò figgio groioso
prega Le ch'aura sò Puoere
verso nuoì dose, e pietoso
benche ogn'un poco amoroso
de nuoì figgi con Lè sè

33.
Grande serto è l'errò nostro
ma per questo gran peccoù
dentro o tò virgine ciostro
carne human ha Diè piggioù
e incarnato, o l'ha ligoù
l'inimigo, e nuoì sarvè.