Pagina:Ricci 1080-2.djvu/38

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia


porsi à nuoi, per che atrimenti
cazerà questa sittè

27.
Per e spinne dolorose
e fragelli d'ogni sorte
per e ciaghe groiose
che à Pluton rompin re porte
ch'a ra morte da ra morte
sarua nuoi con ra sittè.

28.
Se ben sangue pretioso
ti è per nuoì con duoeggio spuento
sò che a ti Puoere pietoso
basterà ro nostro ciento
per che un vero pentimento
monda l'hommo de pecchè.

29.
Se pù freido e ro pregà
che femmo a ti Segnò
ti ro deì tanto ascadà
con ro cado dro to sprendò
che per ti celeste sò
fasse fruto esta cittè

30.
Fa che drita ra baranza
dra Giustizia stagghe ben
per che storta per usanza
ra ten spesso i zitten
e se drita a non stà ben
storta ancon va ra sittè.

31.
Presta à nuoì i are, e ciumme
da sgorrà da terra à sè
per che l'hommo, che presumme
da sgoraghe da per
à pe cazze contra sè
intro lago dri dannè.