Ro Chittarrin/Conseggia ro tò cœu con quella sciô

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
Ro Chittarrin, o sæ strofoggi dra muza de Steva de Franchi
Conseggia ro tò cœu con quella sciô


[p. 107 modifica]
SONETTO.


Conseggia ro tò cœu con quella sciô,
Minetta, ch'è così bella appomâ,
Fresca, brillante e piña de rozâ,
E chi ne manda un così grato odô.

Vattela à piggia int'ro carâ dro Sô.
Ti ra viræ lì brutta asberruffâ:
Re fœugge ghe començan a crovâ,
E frolla e passa, a perde ro frescô.

Quest'è ra vera idea dra to belleçça,
Chi te fa stâ così superba e dura,
Quando sponteran ri agni dra veggeçça.

Per ti non sentirò ciù fœugo ò arsura:
Tutta sarà cangiâ ra tò fiereçça,
E in amô ti faræ brutta figura.