Pagina:ASLSP.VI.1868.A.Vigna.djvu/361

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia

( 339 ) documenti

libate m. vostre che per lo bene de questa cita[e] vogia[i] provei a le pr[...]tione le qualle ognomodo de che conditione se sia minacia a lo fine de lo suo offitio protesterà como de sovra e' ve avemo a za dicto. E se le magnificentie vostre non ge provederan, sine dubio serano daete piu sententie false e non juste, cha altramenti, e' digo per lo tempo chi è a venire.

Non vogio che le magnificentie vostre intendan questo e' digo per me, avisandove che non sum ni mai foi figio de la poira, questo per aviso a le m. vostre. Ricordo ben con grande melanconia vegando essere vegnuo chie a tempo che non posso ni è possibile fa quello ben e honor vostro che avereiva vosuo e con quello bon annimo e aveiva acceptao. e credo che questo proceda piu tosto da li miei peccati che d[a ]atro. Messer Jeso Xpo. chi è somo ben sea quello ge provega. Mie, da lo canto mé, me darò loco de far si fattamenti che .... mi castigan, porrà a voi piaxei in quello che porò e savrò con ogni arte per lo ben, mediante semper la justitia, e questo tegna la m. vostra a certo, e non seguiando quello avrò dito reputo esser piuttosto intervegnuo per ignorantia cha per maritia. Messer Domenendio chi sa ogni cossa me sea testimonio de la me bona disposision, lo quar sea semper cum le m. vostre e mai non ve abandonne, amen.

Vester totus in omnibus Thomas de Domoculta
cum umili recommendatione.

DOCUMENTO CXXXVII. Lotterà confidenziale di Damiano Leone, secondo massaro di Cada, a Paolo Maineri cancelliere del banco di s. Giorgio. 1455 5 luglio. (Filza di Caffo, n. 56) (Extra) Egregio ac circumspecto viro, paulo mainerio. in janua. (Intus) Jhesus. Egregie frater honorande. Quante letitie sint semper mini littere vestre nouerit deus, cum in ipsis nunquam inspiciam quam exbortalionem bene recteque viuendi. gloriam et famam aquirendi. Satis quidem atque satis ♦heitant me littere ipse circa regimen consulatus et massarie. exortantes omne adhibeam sludium. etiam ultra vires. ad reducendam ciuitatem isiàm pristine fame et glorie, et potissimum tempore regiminis consulatus mei. cum intel-