A Peretta Scarpa

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
A Peretta Scarpa
de Poro Foggetta
pubricao da-o Zabata inta Nuova selva di varie cose piacevoli do 1570; transcrito da-o prof. Steva Verdin e pubricao in Tasso genovese, La Berio, 1996


L'Annimo che con vui stà sempre moè
Ni atra donna da vui ro desavia,
Fa che ra vostra chiera savoria
Nuoette, e dì veggo, ben che no voggie.

E se nuoeva bellezza annima mè
Cerca a l'annimo mè fa cangia via
Le ch'atra strè no gusta, o compagnia
Torna a vui Scarpa che beaou ro fè,

E asconde in villa tanto no ve poei
Ni fuze me poei tanto, che ro sò
Dri vostri ueoggi, no luxe a ro me cuoe,

E se ben me sei lonzi bella suoe
M'ascadè tanto de gentì carò,
O pense s'ascadame rente dei.