Pagina:Ricci 1080-1.djvu/27

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia


28
Dixan: che desbaatto
Comà mi m'hò assunoù
che haveiva in scoso un gatto
chi m'hà tutta graffignoù
e o gatto dà o Fiesco
o vegnià questa Lettion.

Flon Flon etc.

29
Stanuoette tutta in vista
me pareiva comà
che hò visto uña gran biscia
chi me oreiva attosciegà
questo sarà ro Poo
serto che o gh[']e da bon.

flon flon etc.

30
Ch'impegna e faldette
Ch'i busti, ch'i scossè
chi pendin, chi annellette
scadaletti, e ruxentè
quante ghe n[']è, che vendan
a strapointa, e ro saccon

flon flon etc.

31
Passr puoè da Paaxo
che lesti i virei
così assettè à belaxo
e pronti i Piggioei
quanti pre zugà un'ambo
impegnan ro striggion.

flon flon etc.

32
Passè pre ciazza nuoeva
che starei à sentì
ogni bella rendeioea
dì, come diggo mi
con a coa de l'oro rave
peisan intro baranzon

flon flon etc.