Pagina:Libeazion.djvu/120

Da Wikivivàgna
Sâta a-a navegaçión Sâta a-a çèrchia


62.
E zà che semmo in mâ co' e veie teize
me pà sciù i cien de Quinto se non aro
che con moddo gratiozo o ciù bizaro
foize sciusciaò ro nazo a [a] Nave inghreize

Seghuuo; Ma dro Ponton no fun r'impreize
fun serte zizzoe rebbelæ sciú o carao
che ne ro fá dro giorno e sì no a sgharo
gh'insegnon ro trattà a re sœu speize

A se ne stava donque de piarda
ra Nave lì anchoà ciú che n[']è un scœugio
come stà i labbardaè con ra labbarda

Quando come ro lampo a un batti d'œuugio
per raxon de vuoej' esse sì testarda
ra poppa a se sentí scroscì un po l'œuugio