Rime diverse in lingua genovese/Dond'è l'honò dri nostri antighi, e groria?

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
Rime diverse in lingua genovese de Poro Foggetta
Dond'è l'honò dri nostri antighi, e groria?
da-e Rime diverse in lingua genovese, Bartoli, Pavia, 1588
cangiòu e u in v e viçeversa
clicca i asterischi pe l'errata corrige
[p. 32 modifica]

Dond'è l'hono* dri nostri antighi, e groria?
Chi han sott'e sovra terra, e mà buttao,
Perch'han ro vero honò tutti apprexao,
Quanto noi l'oro, pompa, e vanagroria?

5Cosa de di messe* Paganin Doria;
Chi era fragello de paghen chiamao?
Cosa de di messe* Giaxo Axerao,
E i atri antighi degni de memoria?

Che paraxi da Re chi fa ne ven
10Puoe da un nostro vassallo, e da corsè,
Batte ne ven per che garie n'hemo.

Ch'oura da Duchi tutti sta voggiemo,
Ma quelli chi ro mondo trema* fen,
A Zena stavan da citten privè,

15Senza paraxi orne;*
Ma se ben vivi in gran paraxi stemo
In streita fossa morti allogierem[o],

Ni ciù mente* saremo;
Donca come i antighi femo noi,
20Se morti, e vivi havei veggiemo* honoi.

Che son monto meggioì;

[p. 33 modifica]

Per fane honò, ri legni dre garie,
Cha re poise de cangi, e pompe, e prie.