Rime diverse in lingua genovese/A Barbara regina dro me cuòe

Da Wikivivàgna
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
Rime diverse in lingua genovese de Poro Foggetta
A Barbara regina dro me cuòe
da-e Rime diverse in lingua genovese, Bartoli, Pavia, 1588
cangiòu e u in v e viçeversa; clicca i asterischi pe l'errata corrige
a quarta ottava a l'è stæta tagiâ da-i ediçioin sucescive
[p. 80 modifica]

A Barbara regina dre* me cuòe,
Che mondanna serrà stà con re Suoe.

Se ben chiù da ra Grè no mostre* chiera.
L'annimo ch'a voi drizzo da tutt'hora,
Fa che mi veggo Barbara crudera,
Ra bellezza di* voi chi m'innamora,
E donde hora voi ste, mi vorentera,
Con ro corpo serao stareiva ancora,
Che ra me libertè serrà sta liè,*
Si che fora, in prexon me poero mie.

Template:OCome voi de bellezza superè
Ogni Donna terrestre, e ogni fantinna,
Così megio d'ogn'atra voi cante*
Perche bellezza e voxe havei divinna,
E un pareizo parei ra prexon fè
Donde stè voi chi sei de bontè chinna,
Si che chi v'ode e mira bella suoè,
Ha in pareiso, i oreggi, i oggi, e cuoè,

[p. 81 modifica]


Template:OQuanto ro Sò dre stelle luxe chiù,
Tanto ro Sò de luxe avanze* voi,
Ni maraveggia è za se voi za zù,
Chiù cha ro Sò dro Cè fe lume à noi,
Perche un soretto Sò se ve lassu,*
E voi sotta ri ceggi n'havei doi,
E s'esti Soi d'un vello v'ascondessi,
Ro de d'Amò chi è orbo voi parressi.

Template:OBella sei voi, si havei bell'ortigiò,
Che de man vostra lavora* vorrei,
Per passatempo, e beive ghe de pò
Si che bell'incizame ghe cuggiei,
Ro quà mangiando à voi tocca ro cuò
E da dane a i amixi ancon n'havei,
Ma in cangio d'incizame tutta via
A mi dè scioi de doggia e giroxia.

Template:OMi Barbara ve chiamo con raxon,
Perche re donne barbare de cuoe,
A pè de voi pietose di se pon
Se ben pietosa e doce parei fuoe,
Però ben stè serrà com'un leon,
Perche se fora andassi bella suoe,
Con ra bellezza ogn'homo ligheressi,
E dra cruezza morte ghe daressi.

[p. 82 modifica]


Template:OCome ra gratia e vera gentilezza,
E ro fà per amò dre cortesie,
Accrescie in belle Donne ra bellezza
E ra strè dro pareizo gh'arve chie,
Così fa ra desgratia e ra cruezza,
Parr è* re belle Donne brutte strie;
Perche tormentan, chi ri honora e loa,
E honestè chiaman ra cruezza soa,

Template:OE andà se cren per questo, drite in Cè,
Ma à casa se ne van de Barrachin,
Che tanto belle no i hà fete Dè,
Perche tormentan noi seira e matin,
Che Dè sempre ne zoa, e vorente,*
Se chiega* a ro pregà de noi meschin,
E ghe deschiaxe asse* re creature,
Chi stan con chi re prega sempre dure.

Template:OSe ben ro miserere voi cantè
E fè grand'astinentie, e disiprinna,
Se mi che v'amo, a torto tormentè
Ve punira* l'ata bontè divinna,
Donca arvi* me dei l'oggio de pietè
Pò che v'ho feto dro me cuoe reginna,
E a mi voi dei mostrave in carne, e in osse,
Azzo che de vui sempre cantà posse,

[p. 83 modifica]


Template:OSe ben ro bello corpo serre liè,*
Ro nome vostro no ghe poei serrà,
Perche o' va scorratando chi e liè,*
E fa de voi tutt'homo innamorà,
Ma chiu de tutti i atri v'amo mie,
Se ben per premio morte m'usè dà
Che chiu per voi morì gusto entro fogo,
Che de goe per atre in festa e in zogo.

Template:OComeigo esse crudera infin no dei,
Perche amà dei chi v'ama de raxon;
E se goe a ro Mondo, e in Cè vorrei
Haveime bella sò dei compasson,
Perch'atramenti in terra patirei,
Si anderei puossa in bocca dro Dragon
Però quando de mi pietè nc* havessi,
Fà ben per vostro ben, me deveressi.

Template:OCon voi vorreiva stà sempre serraou
Perch'orba è senza voi questa Cittè
E tanto ben de fo no è restaou
Quant'ha ro logo solo onde voi stè,
Ma pò che stà con voi m'è deviaou
Ni chiu Barbara bella me parlè,
Mi per vei re muraggie vegno là
Donde con voi serrao ro me cuoè stà.